El Perro Malagueño

Vota questo articolo
(0 Voti)

Mario Rengel Villalobos, per tutti semplicemente Mario, ha illuminato i palcoscenici dove si esibiva il Depor per 2 anni.

Arrivato con la prima ondata di giocatori scarsi al Depor, quando ancora la squadra aveva più che altro una finalità di reinserimento sociale, il Perro Loco non se ne è più andato malgrado numerosi tentativi di farlo fuori.

La sua classe ruvida come un pezzo di cartavetrata per farsi il bidet e il suo fiuto del gol, pari a quello di un Inzaghi più forte, oltre al suo carisma paragonabile solo a quello di un George Best o un Paul Gascoigne al Pub ne hanno fatto un pezzo fondamentale nelle "cavalcate" del Depo in giro per i campi dello Sportland e del CSI.

Il suo ritorno in patria (sembra che il presidente Della Rosa sia stato ingolosito da una ricca offerta presentata dallo sceicco proprietario del Malaga, una peperonata senza aglio e un fusto heineken da 5 litri aperto da poco e non ancora del tutto sgasato), ha gettato nello sconforto i compagni di squadra e i tifosi che lo hanno voluto ricordare con la famosa maglia "MARIO TI ODIO".

Indimenticabili le sue sgroppate in fascia, le sue proteste con gli arbitri e gli avversari coronate da irripetibili insulti iberici, le sue esultanze, gli odori che emanava e la capacità della sua vescica unita alla resistenza del suo fegato.

Lascia la squadra con un invidiabile bottino di gol fatti per un difensore (Corazza non ha imparato nulla da lui) e lascia le squadre avversarie con la speranza di finire le partite contro il Depor senza dover fare visite ai vari pronto soccorso meneghini.

CURIOSITA'

  • La maglia numero 13 del Depor indossata da Mario, quella che è stata di grandi difensori tipo Nesta, è stata ritirata per 18 minuti il 26 febbraio 2013 in suo onore e poi assegnata a un signore che passava di li.
  • E' ricordato per aver messo delle caramelle al mentolo dentro a una Vodka cercando di farle passare per "Vodka alla menta".
  • E' di nazionalità indefinita (probabilmente nordafricano).
  • Malgrado un aria assolutamente inaffidabile è un infermiere.
  • Ha segnato il primo gol del Depor nello Sportland
  • Ha sempre fatto meno gol di Flemma
  • Su Ebay la maglia MARIO TI ODIO è stata valutata 170.000 euro, appena 25.000 euro in meno della rarissima canotta sudata di Mario usata in Deportivo - Grappa e Vinci.
  • Nessuno, pensando a Mario, lo immagina senza una birra in mano.
  • La sua frase celebre è "andate afanculo tutti".
  • Ha promesso un suo ritorno ma nessuno vuole credergli (o almeno si spera non torni più)
  • Generalmente chi conosce Mario ha anche un problema con l'alcool. Uno studio dell'università dello Utah, costato miliardi di dollari, sta elaborando dei dati che pare confermino tale cosa.

 Settimana prossima il Fastidioso Cremonese...

Altro in questa categoria: Il fastidioso Cremonese »
Devi effettuare il login per inviare commenti